Rimedi antizanzare nel 2020 più efficaci

In estate circa l’84% degli italiani è tormentato dalle zanzare, considerate gli insetti più fastidiosi e odiati per il loro ronzio e le loro punture. Ma cosa fare contro le zanzare? Vediamo insieme quali rimedi adottare per liberarci definitivamente di loro.

I rimedi più comuni 

Tra i rimedi più comuni, quelli usati dalla maggior parte delle persone, ci sono sicuramente le lozioni, gli stick, i gel e gli spray che si applicano direttamente sulla pelle. Dermatologicamente testati, questi prodotti sono realizzati senza conservanti, coloranti e profumi, e utilizzano come principio attivo repellente soprattutto l’eucalipto o l’acido citrico. Fungendo da barriera contro tutti i tipi di zanzare, questi spray assicurano una protezione fino a 8 ore e non ungono. Alcuni di questi prodotti antizanzare sono ottimi per fare sport all’aria aperta, perché proteggono in caso di umidità e sudore; altri sono adatti anche a bambini molto piccoli, in quanto presenti solo ingredienti naturali, come oli essenziali, che non sono tossici e non irritano.

In commercio si trovano anche spray da spruzzare in ogni stanza della casa, che non solo allontanano zanzare e insetti vari ma rilasciano anche un profumo fresco e piacevole. Molto usati sono anche gli zampironi a spirale, perfetti per l’esterno. Messi in giardino o sul terrazzo, si accendono velocemente con un fiammifero o con un accendino, agiscono immediatamente e non si spengono mai, neanche se c’è vento molto forte. Inoltre, il fumo della spirale resta attivo per diverse ore, allontanando le zanzare. Gli zampironi hanno solitamente una profumazione delicata e l’odore di citronella.

Ideali per l’interno sono invece i diffusori elettrici, a piastrine o con liquido, che proteggono a lungo gli ambienti casalinghi e garantiscono grande efficacia. Alcuni di questi diffusori sono a base di prodotti chimici, altri utilizzano un insetticida naturale, come il piretro o la citronella.

Molti di questi rimedi antizanzare sono presidi medici chirurgici, nel senso che sono stati approvati dal Ministero della Sanità, che ne certifica l’efficacia e l’atossicità.

Le soluzioni naturali 

Chi ama solo prodotti e ingredienti naturali, può difendersi dalle zanzare ricorrendo a soluzioni semplici e biologiche, che sicuramente non saranno nocive ma probabilmente meno efficaci di altri metodi. Utile potrebbe essere mettere su balconi e davanzali vasi con fiori e piante che hanno un forte potere repellente. Oltre alla citronella, particolarmente validi risultano essere il basilico, la calendula e la lavanda, che emanano un forte odore, poco gradito alle zanzare e agli insetti in generale. Potenti sono anche i crisantemi, l’aglio e il nasturzio. Quest’ultimo rilascia una sostanza fortemente repellente in grado di allontanare velocemente le zanzare, oltre alle mosche e ai coleotteri.

Un’altra soluzione naturale è rappresentata dal caffè, sia esso liquido, in polvere o in chicchi. Per liberarsi facilmente dalle zanzare ed evitare quindi di essere punti, è sufficiente nebulizzare e spruzzare il caffè liquido su davanzali e balconi oppure bruciare il caffè macinato e quello in chicchi. Il forte odore che si sprigionerà nell’ambiente costringerà le zanzare a fuggire altrove. Infine, ultima soluzione naturale, ma non meno utile delle precedenti, è l’utilizzo di oli essenziali, presenti in creme, diffusori e spray antizanzare. Gli oli essenziali che vengono utilizzati come repellenti sono soprattutto quelli di geranio, menta, eucalipto e chiudi di garofano.

I prodotti innovativi 

Per allontanare le zanzare, consigliamo l’utilizzo di due rimedi nuovi e innovativi: i braccialetti e i cerotti repellenti.
Colorati, naturali al 100%, morbidi e traspiranti, i braccialetti presenti sul mercato sono di diversi modelli e materiali, tra cui plastica, microfibra, silicone e pelle. I modelli più diffusi sono sicuramente quelli che utilizzano una miscela di olio essenziale di citronella naturale, limone e menta piperita, per questo adatti anche ai bambini, alle donne incinta e agli anziani. Privi di umidità, i braccialetti non danneggiano la pelle e garantiscono una protezione efficace fino a 10 giorni.

Caratterizzati dal design semplice, moderno ed elegante, i braccialetti hanno una lunghezza regolabile e possono essere anche utilizzati come cavigliere oppure appesi a zaini e a passeggini.

Generalmente vengono venduti in confezioni da 10 a 30 pezzi, confezionati singolarmente in bustine sigillate, dove si consiglia di riporli in caso di non utilizzo in modo da preservarne l’efficacia. Il costo varia a seconda del numero di pezzi presenti all’interno della confezione, e si aggira solitamente tra 15 € e 30 €.
Atossici e ipoallergenici, i braccialetti repellenti per zanzare e insetti sono perfetti per uso esterno e interno.

Esistono poi anche braccialetti antizanzare ricaricabili, dal design sicuramente più ricercato. Questi sono sicuri e salutari in quanto dispongono di una piastrina, che diffonde gli oli essenziali e non tocca direttamente la pelle. Sono disponibili in diversi colori e fantasie, sono efficaci fino a 30 giorni dopo l’apertura, adatti a tutta la famiglia e perfetti per ogni occasione. Si possono infatti indossare anche mentre si fa sport o attività all’aria aperta, in quanto impermeabili e funzionanti in ogni condizione climatica. Normalmente vengono venduti con due piastrine di ricambio.

Altrettanto efficaci sono i cerotti antizanzare ormai sul mercato da diversi anni. Realizzati per lo più in microfibra, anche i cerotti come i braccialetti utilizzano una miscela di oli essenziali quali limone, eucalipto e citronella.
Colorati, profumati e resistenti all’acqua, pensati soprattutto per i bambini, i cerotti possono essere incollati sul comodino, sul letto, sui passeggini e addirittura sui vestiti. Il loro profumo allontanerà le zanzare garantendo una valida protezione fino a 8 ore. Alcuni cerotti possono essere anche applicati direttamente sulla pelle.

Le Lampade antizanzare

Vere e proprie trappole per zanzare, le lampade sono dispositivi elettrici che, grazie ad una luce ultravioletta molto forte, attirano gli insetti uccidendoli velocemente. Sono dispositivi sicuri, sia per gli uomini che per gli animali domestici, e non emettono alcun odore. Alcuni modelli sono eco-friendly, dotati di una tecnologia avanzata che non utilizza né prodotti tossici e chimici né quelli radioattivi. Altri sono efficaci anche fino a 30 metri quadrati. Facili da posizionare e usare, le lampade antizanzare sono perfette da utilizzare sia in casa che all’aperto. Sono confortevoli, compatte e silenziose, hanno un design originale, un basso consumo energetico e una lunga durata.

In commercio esistono diversi tipi di lampade antizanzare:

1) le lampade con ventola, che risucchiano gli insetti grazie a un flusso d’aria che viene generato dalla ventola. Attratte da una luce UV, le zanzare catturate finiscono nel contenitore di raccolta e muoiono disidratate in poco tempo.

2) le lampade a luce gialla. Prive di sostanze chimiche nocive alla pelle e ai polmoni degli uomini, questi dispositivi sono delle semplici lampadine che non hanno lo scopo di uccidere le zanzare, ma solo di allontanarle e di spingerle verso altre fonti luminose. Per questi tipi di lampade possono essere utilizzate lampadine a risparmio energetico, a goccia o a incandescenza.

3) le lampade elettriche, dette zanzariere elettriche. Queste lampade sono sicuramente le più letali che esistano, perché uccidono immediatamente tutti gli insetti che, attratti da una luce viola, si avvicinano alla piastra e ne restano fulminati. Alcuni modelli, invece della luce ultravioletta, dispongono di un piccolo pannello solare.

I prezzi delle lampade antizanzare variano a seconda del modello e dell’efficienza. Si parte da un minimo di 15/20 €, per i modelli da interno non molto grandi, ma in grado di coprire fino a 3 stanze di dimensioni medie, per arrivare ad un massimo di circa 200 €. I modelli più costosi sono quelli realizzati con materiali di alta qualità, ignifughi e resistenti all’ossidazione, sono altamente tecnologici ed efficaci.

I repellenti ad ultrasuoni 

I repellenti a ultrasuoni allontanano le zanzare grazie all’emissione di frequenze ad ultrasuoni. Ideali per ambienti piccoli, come la cucina, questi dispositivi hanno una luce blu a led che riduce notevolmente la presenza di insetti e al tempo stesso rilassa. Non interferiscono con gli altri elettrodomestici presenti in casa, non emettono né odori né radiazioni, e sono sicuri per adulti, bambini e animali domestici, che non avvertono in nessun modo il suono propagato.

Privi di sostanze tossiche, i repellenti ad ultrasuoni sono silenziosi, compatti e facili da usare, visto che basta collegarli alla presa elettrica perché comincino a funzionare. Rappresentano inoltre l’alternativa migliore ai repellenti chimici e possono essere utilizzati ovunque, sia in casa che in ufficio, sia in garage che in cantina. Sono dispositivi portatili, quindi di piccole dimensioni, funzionali e pratici, e hanno una grande efficacia, poiché alcuni modelli sono capaci di coprire aree che vanno da 80 a 120 metri quadrati. È necessario posizionarli verticalmente, ad un’altezza di circa 30-80 cm dal pavimento, e lontani da tende, moquette e mobili che possono interferire con la frequenza. Per poter vedere i primi risultati è indispensabile aspettare alcune settimane.

Alcuni modelli sono stati pensati per combattere non solo le zanzare ma anche topi, ragni e scarafaggi. I modelli più tecnologicamente avanzati permettono di selezionare diversi tipi di onde, come per esempio quelle elettromagnetiche e bioniche, intermedie e sonore a impulsi.

Realizzati con materiali ignifughi, la maggior parte dei modelli in vendita sono caratterizzati da design moderni e colorati. I repellenti ad ultrasuoni sono tra i rimedi antizanzare più economici e accessibili presenti in commercio. Sono infatti sufficienti 25€ per portare a casa 4 modelli performanti e veramente validi.

Le zanzariere 

Uno dei metodi più semplici e veloci per combattere le zanzare è quello di installare alle finestre della propria casa le zanzariere.

La prima distinzione è quella tra zanzariere mobili e zanzariere fisse. Quelle mobili, dette anche estendibili, rappresentano senza dubbio la soluzione più sicura ed economica. Con telaio in alluminio e pannelli scorrevoli, si aprono con un movimento orizzontale facile e veloce. Si inseriscono direttamente nelle guide della finestra o della porta finestra, senza modificare in alcun modo la struttura esistente. Poiché mobili, possono essere messe solamente in estate o in alcuni momenti della giornata, come per esempio al tramonto quando le zanzare cominciano ad apparire.

Le zanzariere fisse, invece, sono una delle soluzioni più semplici, adatte per finestre e porte di dimensioni particolari o situate in ambienti poco frequentati, bui e senza passaggio. Si tratta di una zanzariera classica e inamovibile, con rete in fibra di vetro e struttura in alluminio.

Non vanno dimenticati neanche gli altri modelli di zanzariere, acquistabili anche sui migliori siti e-commerce.
La zanzariera magnetica, molto pratica ed economica, è la soluzione più ecologica contro mosche e zanzare. Priva di telaio rigido e dotata di un’apertura richiudibile tramite magneti, risulta facile da aprire e chiudere. È consigliata per tutti coloro che hanno animali domestici in casa, perché possono entrare e uscire liberamente. Il prezzo per la zanzariera magnetica di dimensioni standard non supera mai i 30 euro.
La zanzariera a rullo è quella più facile da montare. Disponibile in diversi colori, questa zanzariera può essere dotata di sistema di avvolgimento sia verticale che orizzontale. Il prezzo varia a seconda della dimensione e può essere anche acquistata on line con kit fai da te.
La zanzariera plissettata è adatta, invece, per piccole finestre e porte di passaggio. Generalmente in alluminio e con sistema antivento, risulta resistente alle intemperie e al sole. Ha spesso un design elegante e moderno, richiede un ingombro minimo e si installa con il fai da te. Acquistabile a partire da 70 euro.

Come scegliere la soluzione migliore  

Prima di scegliere il modo con cui difendersi dalle zanzare, è bene porsi 2 domande:

– chi devo proteggere dalle punture di insetti?

– dove devo usare il dispositivo?

Solo in questo modo sarete in grado di scegliere la soluzione migliore e più adatta alle vostre esigenze.

Se volete che le zanzare non si avvicinino ai vostri bambini, potete utilizzare i cerotti, applicandoli su passeggini o vestitini. Se hanno un’età superiore ai 2 anni, molto utili sono anche gli spray repellenti pensati appositamente per i più piccoli e realizzati con ingredienti naturali che non irritano la pelle e proteggono a lungo. Chi ama l’ambiente e lo vuole proteggere può optare per le soluzioni eco-friendly, come le candele e gli zampironi a base di citronella. Se non volete rinunciare ad una bella cena con gli amici in giardino o sul terrazzo, ideali per voi sono le zanzariere elettriche o le lampade a luce gialla, che renderanno l’atmosfera più calda e accogliente e impediranno a voi e ai vostri ospiti di essere punti.

Per allontanare le zanzare e fare in modo che non entrino all’interno dell’abitazione, perfette sono invece le lampade a luce led, che uccidono gli insetti grazie ad una griglia elettrica ad alto voltaggio. Questa soluzione è adatta anche se si hanno dei bambini in casa, perché esternamente c’è una protezione in plastica che permette di non rimanere elettrizzati se si dovesse toccare la lampada. Se il problema delle zanzare vi affligge anche quando siete in vacanza, potete portare con voi i repellenti ad ultrasuoni, che sono piccoli e portatili, oppure i diffusori elettrici che possono essere facilmente ricaricati acquistando le piastrine o il liquido in tutti i supermercati.

Altro fattore da considerare prima di scegliere una soluzione antizanzare piuttosto che un’altra, è il budget che avete a disposizione.

Se è ridotto, potete scegliere i braccialetti repellenti oppure una pianta di incenso, da mettere sul davanzale, così da tenere lontane le zanzare grazie al profumo emanato dalle foglie, sgradito agli insetti. Pochi euro per soluzioni naturali ma ugualmente efficaci. Se invece potete spendere cifre più alte, vi consigliamo di acquistare le lampade elettriche per l’esterno, oppure i diffusori per l’interno e gli spray da stendere sulla pelle di tutto il corpo.

Vantaggi e svantaggi dei rimedi antizanzare

Ogni soluzione antizanzare ha i suoi pro e i suoi contro, che è opportuno conoscere e valutare.

Le lampade a luce gialla non sono inquinanti e consumano poca energia. Considerando però che il loro scopo è quello di allontanare le zanzare senza ucciderle, potrebbero essere una soluzione poco efficace e utile. Gli spray e i diffusori elettrici sono soluzioni assolutamente valide ma sono piuttosto costosi e potrebbero inquinare l’ambiente. In più, se lasciati di notte in camera da letto possono dare problemi di respirazione. Quindi si consiglia di areare Il locale prima di entrarvi. Le zanzariere elettriche uccidono rapidamente tutti gli insetti ma hanno un eccessivo consumo di energia elettrica. Il loro utilizzo è consigliato esclusivamente all’esterno, perché in casa non sono molto sicuri.

Le candele alla citronella sono sicuramente la soluzione più naturale ma non particolarmente efficace. Inoltre hanno un odore molto forte e possono sporcano un po’, se la cera cola fuori dal contenitori di alluminio. Le lampade a LED non contengono sostanze tossiche, sono ecologiche, in quanto realizzate con materiali riciclabili, e non inquinano. Pur avendo all’interno una griglia metallica ad alto voltaggio, che intrappola e uccide le zanzare, sono a basso consumo energetico (non consumano più di 1 watt) e hanno un’elevata efficienza energetica. Gli oli essenziali sono naturali ma possono contenere allergeni. Inoltre, hanno un potere limitato e proteggono solo per breve tempo (da 20 minuti a 1 ora).

Candele alla citronella

Spirali da giardino

Le lozioni e i gel sono validi ma non hanno una lunga durata. Una volta aperti infatti possono deteriorarsi rapidamente, Quindi è bene controllare sempre la data di scadenza.

I repellenti ad ultrasuoni sono pratici, economici e facili da usare, oltre che ecologici e silenziosi. Per avere risultati migliori però è necessario tenere acceso l’apparecchio per almeno 60 giorni consecutivi e spostarlo ogni 10 giorni in stanze differenti. Le lampade a ventola possono essere usate sia all’esterno che all’interno di abitazioni. Possono essere messe tranquillamente anche nelle camere dei bambini e nelle cucine, perché non utilizzano pesticidi o sostanze chimiche pericolose. Si caricano facilmente con un cavo usb e sono facili da pulire. Unica pecca è che per funzionare bene devono essere utilizzati al buio.

Rimedi più efficaci

Luisa Pacella

Pugliese di nascita ma romana di adozione, sono laureata in Lettere moderne e ho una grande passione per la scrittura. Amo scrivere soprattutto di tecnologia e prodotti di avanguardia.

Back to top
Rimedi Antizanzare